learn Italian language

enjoy Italian Culture

  • welcome to Italy!



    Ask your question about the Italian grammar and I will answer you. The answers will be in Italian.

  • RSS learn Italian language

  • feeds

  • my del.icio.us

  • My Flickr Photos

    bambina

    More Photos
  • login

  • Blog Stats

    • 1,402,828 hits
  • your countries (new!)



     Use OpenOffice.org

  • December 2016
    M T W T F S S
    « Dec    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

Pagina in italiano

Musica italiana e congiuntivo (da salvare?)

Posted by Monica Corrias on July 27th, 2008

Il congiuntivo è un modo verbale che gli italiani bistrattano (= trattano male) molto, ma che io penso vada salvaguardato e protetto, un po’ come i panda e le balene.

Prima di ascoltarne la bellezza e la musicalità ecco qualche annotazione: [… more]

__________________________________

Non è solo una questione di grammatica (italiana)!

Posted by Monica Corrias on June 20th, 2007

Ciao, come naturalmente saprete, il mio lavoro mi permette di incontrare persone di ogni nazionalità, età e tipo di lavoro.
Queste conoscenze sono un’occasione di venire a contatto con differenti modi di interpretare la vita e di viverla (a livello sociale, politico, personale).
Più di ogni altro punto di vista, è per me utile l’idea che le persone hanno sulla didattica e sull’apprendimento.
Uno studente che ha da poco finito un corso di lingua, mi ha fatto riflettere
[… more]

__________________________________

“Si fa per dire”, ovvero i modi di dire italiani.

Posted by Monica Corrias on May 14th, 2007

Molti studenti chiedono insistentemente di apprendere “modi di dire” e locuzioni italiane. Questa è una delle richieste tipiche di quegli studenti stranieri che incontrano l’italiano per la prima volta [continua]

________________________

Finalmente capisco tutto!

Posted by Monica Corrias on April 22th, 2007

Questa è la frase che ogni studente spera di dire prima possibile e che ogni insegnante spera di sentire al più presto.

Le motivazioni che spingono allo studio della lingua sono di diverso tipo; sicuramente le più comuni sono legate alla famiglia (l’origine italiana dei nonni o il partner italiano), o al lavoro. Esistono, però, anche altre spinte all’apprendimento, e queste sono generalmente legate alla cultura e alla tradizione storico artistica del “Bel Paese”.

La motivazione culturale è certamente la necessità più complessa da realizzare, perché chi apprende il nuovo idioma, deve confrontarsi con aspettative più alte e difficili da soddisfare, ma soprattutto deve sostenere il confronto fra il mondo immaginato leggendo una poesia o osservando le curve di antichi monumenti, e la quotidianità di città distratte e apparentemente dimentiche del senso storico che ci appartiene.

Vivere una città come Roma significa riconoscere il rapporto che lega questa città al mondo Classico, ma significa anche imparare a capirne la stratificazione storica e culturale. L’esperienza di una città come Roma sicuramente fa riscoprire in sé, sensibilità troppo spesso assopite e indurite dal mondo globale.

Per questo, a volte, può accadere di sentir dire: ”Finalmente capisco tutto! … Che peccato!”

Per noi insegnanti può essere frustrante, ma dimentichiamo spesso che la comprensione totale, dopo il momento di grande esaltazione intellettuale è accompagnata frequentemente dalla delusione: “Anche gli italiani, i discendenti di Dante e Leonardo, parlano di banalità e hanno programmi televisivi a dir poco … soporiferi!”

Scusate.

________________________

Cosa significa laico?

Posted by Monica on April 15th, 2007

Qualche giorno fa uno studente mi ha chiesto: “Cosa significa laico?” La domanda, che può sembrare essere legata al quotidiano lavoro dell’insegnante, è espressione della voluta confusione che impera nella nostra lingua. Insegnare italiano agli stranieri, in un momento storico in cui il linguaggio viene utilizzato e velocemente deformato, è diventato più complicato di quanto non fosse dieci anni fa.

L’uso della lingua a fini ideologici e politici c’è sempre stato, ma gli attuali mezzi di comunicazione ne hanno accelerato notevolmente le interferenze e le deformazioni.

La normale procedura di spiegazione del significato deve essere affiancata dal dubbio. Mi spiego: non è sufficiente la definizione che riporta il “Devoto Oli 2007”, è necessario evidenziare l’uso impreciso o sbagliato che viene spesso fatto di questo lemma. L’insegnante, non solo deve utilizzare il dizionario per mostrare il significato corretto, ma deve anche avvisare che nella politica e nella società se ne sta facendo un uso improprio e che per questo, probabilmente, la nuova accezione verrà presto inserita nei prossimi dizionari.

Per chi volesse verificare on line i significati della parola laico consiglio il sito della Enciclopedia Treccani (attenzione, la ricerca dei singoli lemmi non è attiva se non si clicca prima sulla lettera con cui inizia la parola ricercata).

Per gli utenti di Firefox in lingua italiana, vi ricordo che potete selezionare fra i motori di ricerca il De Mauro, Dizionario della lingua italiana. Per gli utenti che non hanno questa possibilità ho lincato direttamente la definizione.

________________________

Ciao, questa pagina vuole essere uno spazio per quelli che già conoscono l’italiano e possono essere interessati a continuare a mantenere i contatti con la lingua, con la cultura e … perché no, anche con me o con la scuola in cui hanno imparato o perfezionato la lingua.

Per ora è solo un’idea, un abbozzo, ma nei prossimi post comincerò a dare una forma anche a questa pagina.

Monica Corrias

12 Responses to “Pagina in italiano”

  1. […] Pagina in italiano […]

  2. […] ale można ją wykorzystać również do nauki języka.3)     Coś do pooglądania i poczytania:https://ciaoitaliablog.wordpress.com/pagina-in-italianohttp://www.initalia.rai.it4)     Teksty włoskich […]

  3. David T said

    Non penso che sia possibile dire “capisco tutto!”. Forse si puo capire le parole ma non si puo mai capire completamente la cultura, le arti, la musica, ecc. Imparare solo le parole non significa niente. (o nulla?)
    I miei nonni erano d’origine italiani, e da giovane volevo parlare l’italiano con loro. Dopo aver studiato le parole a scuola ho cominciato a leggere di Leonardo e gli altri italiani importanti. Dopo ho cercato di leggere i libri di autori italiani come Calvino. Lentamente ho realizzato che studiare l’italiano “expanded my horizons.” Purtroppo, (come troppi americani) fino al quel tempo non ho pensato della letteratura d’Italia (o altri paesi europei). Ora voglio imparare di piu sulla cultura d’Italia ma sono sicuro che non potro mai imparare “tutto.”

    Perche non scrive nella pagina d’italiana da due anni, Monica? Mi piace leggere i tuoi opinioni (e posso practicare il mio italiano quando ti rispondo!)🙂
    Ciao!

    • Monica said

      Ciao Davide, mi fa sempre molto piacere leggere le tue domande e i tuoi commenti.
      Non pensavo fosse trascorso così tanto tempo dal mio ultimo intervento in italiano e tu hai veramente ragione: devo assolutamente scrivere al più presto un nuovo articolo.
      Come avrai notato, però, anche i post in inglese ultimamente sono stati meno frequenti, infatti ho trascorso l’ultimo anno a cercare un nuovo appartamento (Roma è diventata troppo costosa per un’insegnante come me), e ora sono nel bel mezzo di un trasloco.
      Non ti preoccupare, cercherò di aggiornare il blog e la pagina in italiano il più presto possibile!
      Buona giornata.

  4. GIOTA said

    MONICA CIAO?COME STAI? VOGLIO MOLTO ENTRARE QUEST;ANNO ALL’UNIVERSITA MA NON HO LA VOGLIA PER LEGGERE.CHE COSA POSSO FATTO?PER UN ALTRA VOLTA ASPETTO LA TUA CORRECTIONE E RISPOSTA.GRAZIE

    • Monica said

      Ciao Giota,
      io sto bene, anche se ho molte cose da fare a causa del trasloco.
      Che bella notizia, spero proprio che tu possa entrare all’università!

      Ti correggo l’errore più grave:
      dopo i verbi “servili” (o “modali”), che sono potere; volere; dovere e sapere, devi usare il verbo all’infinito! Cioè si dice “Cosa posso FARE?” e non “cosa posso FATTO”

      Ti auguro un magnifico 2011🙂

  5. GIOTA said

    GRAZIE MOLTO!

  6. giota said

    monica ciao,come stai?
    sono giota,stai bene? io non ho novita di te da tempo.Spero che tu va bene .Ance io sto bene e provo studiare la lingua italiana ora che sono all’universita.E difficile per me perque io ho studiato da sola e ora dovrei sequire le regole della grammatica.se io ho fatto sbagli correti mi come sempre!baci e buona notte

    • Monica Corrias said

      Ciao Giota, quanto tempo … io sono un po’ presa dal lavoro, ma per il resto va tutto bene. Sono felice di sapere che anche tu stai bene e hai ripreso a studiare. Stai vedendo qualche film in italiano? Ricordati che se all’inizio hai qualche difficoltà puoi usare i sottotitoli😉
      A presto, baci.

  7. giota said

    Gracie per tutti i cosigli.Come sempre una egrezia professoressa ma piu una egregia persona.!

  8. Egregia professoressa Monica ha passato molto tempo che io non ho scritto nessun messaggio.Come sta?Dove e adesso?Non ho neanche idee se questo sito e continuato funzionare.Credo che sia bene.Sia contenta alla giornata del San Valentino.Spero che tu ricordami.Prego se io ho fatto sbagli correti mi come sempre!baci e buona notte

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

 
%d bloggers like this: